Attenzione è un DSA


Nelle pagine Salute del Corriere della Sera di domenica 23 settembre c’era un servizio sulla dislessia con diversi articoli che potete trovare anche sulla pagina Salute del sito del corriere:

http://www.corriere.it/salute/neuroscienze/

Aggiornamento del 1° ottobre. Il video della conferenza del 26 settembre organizzata dal Corriere:

http://video.corriere.it/siamo-tutti-dislessici/4cbea728-087f-11e2-b109-0c446f94a4e2

Tra i vari articoli, che spiegano cosa siano i DSA, quello che mi ha colpito è questo perché parla di una recente ricerca italiana che individua tra le cause dei disturbi, problemi di attenzione visiva.

E in questa analisi, FINALMENTE, riconosco mia figlia e la sua incapacità di filtrare immagini e suoni. Ci riconosco anche mio marito, che non ha mai avuto problemi scolastici, ma che sicuramente necessita di un ambiente di lavoro tranquillo e che mal sopporta, anzi non sopporta affatto, rumori e chiacchiericci di fondo.

Quando leggevo della dislessia spesso legata ai problemi di linguaggio mi sentivo una “clandestina” in questo mondo di DSA, mi sentivo una diversa tra i diversi. Probabimente anche questo sentire è comune, ognuno di noi è unico anche quando accumunato da un’etichetta DSA.

Il dubbio sulla correttezza della diagnosi era sempre dentro di me, ma nella diagnosi di Sofia c’e scritto “Disturbi ….. SU BASE ATTENTIVA.” e dell’origine attentiva non ho mai dubitato, ma non l’avevo mai trovata come spiegazione dei DSA.

Ho già scritto di come in prima elementare usavo un cartoncino con una finestrella per farle vedere solo la riga da leggere, o fogli bianchi per coprire la pagina che non doveva leggere per evitare che la sua attenzione si spostasse e lei inziasse a confondere lettere, parole e illustrazioni. A conferma dei miei sospetti, quando un anno fa abbiamo usato per alcuni mesi un programma per esercitare la lettura, la sua lettura è risultata nella media. Questo programma aveva però due caratteristiche che hanno facilitato questo risultato:

  1. Lettura facilitata: ovvero il testo era di poche righe ben spaziate e le parole venivano cancellate a tempo, quindi restava a video solo la parte ancora da leggere
  2. Facilità del testo: i brani a disposizione erano relativamente facili, Sofia ha un vocabolario molto ricco e grande intuito, tale per cui le parole le anticipava traendole dal contesto, ma non le leggeva, infatti spesso usava dei sinonimi e spesso cambiava le preposizioni (cose cha fa tuttora)

Sempre nel Corriere di domenica c’è un pezzo (qui) relativo alla difficoltà di filtrare anche i suoni da cui la difficoltà di lavorare in un ambiente disturbato da rumori di sottofondo.

Purtroppo le aule attuali non sono un ambiente ideale di lavoro per bambini che hanno queste difficoltà.

Sono colme di stimoli di ogni tipo, zeppe di illustrazioni, scaffali, materiali. Le lezioni vengono spesso svolte a porte aperte (Sofia mi ha spiegato che altrimenti fa troppo caldo), gli insegnanti lasciano l’aula per parlare con altri insegnanti e quando i bambini più bravi/veloci finiscono il lavoro sono praticamente liberi di giocare e parlare. In tutto questo vedo Sofia che cerca di finire il lavoro, o non cerca nemmeno più, tanto sarebbe fatica inutile. Questo mi intristisce sempre, spero solo sia la mia ansia, spero che lei viva la cosa meglio di quanto io immagino, che magari ci “marci un po’ su” e se la prenda comoda.

Come erano le vostre aule scolastiche?

Io ricordo un’aula luminosa, tranquilla e ordinata dove alle pareti c’erano solo le lettere dell’alfabeto, la cartina geografica dell’Italia e il crocifisso. La porta restava rigorosamente chiusa e la maestra in aula. Quando, in via eccezionale, doveva lasciare l’aula, venivamo “sorvegliati” dalla bidella.

Annunci

4 thoughts on “Attenzione è un DSA

  1. Anche io ho notato come il mio bambino, disprassico, sia particolarmente sensibile ai rumori che evidentemente percepisce molto più elevati della media, si lamenta sempre del chiasso che c’è in classe e così si affatica tantissimo, per fortuna non tutti i giorni resta a scuola per l’intera giornata.
    A proposito anche lui tende ad anticipare le parole più che leggerle, così le poesie a memoria le personalizza sempre un po’.

    • Sofia non è disprassica, ma sicuramente la destra e la sinistra sono per lei intercambiabili, lei è ambisinistra (un suo neologismo). Certi rumori sono una vera sofferenza per Sofia, l’altro giorno abbiamo fatto incidere la targhetta per il cane da una macchinetta automatica che era un po’ rumorosa, ma nulla di fastidioso (almeno per me), lei si è allontanata per non sentire il rumore, altre volte capita che pianga per dei rumori, tieni conto che noi viviamo in città e quindi dovrebbe essere abituata al rumore. Sicuramente i nostri bimbi ricevono gli stimoli esterni in modo particolare.
      (p.s. ho provato a lasciare un commento al tuo ultimo articolo, ma sono successe strane cose :), non vado d’accordo con blogspot, forse te ne trovi 5 oppure nessuno)

  2. Una cosa di qualche giorno fa sull’argomento rumore:
    ” Mamma io faccio tanta fatica a scuola perchè io sento anche il più piccolo fruscio delle penne sul foglio dei miei compagni e questo mi distrae”.
    Immaginate che cosa vuol dire per Matilde lavorare in un ambiente in cui i bambini parlano ( non volendo disturbare per carità!) o le maestre chiacchierano tra loro mentre i bambini lavorano.
    Ecco perchè a casa funziona tutto molto meglio. La sua cameretta è nell’ultima stanza della casa, è la più silenziosa ( io la uso anche per preparare le mie lezioni di yoga) e il suo lavoro rende molto di più. Certo quando nel giardino condominiale tagliano l’erba…..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...